Aspettando la primavera…benessere in primo piano

Attendiamo la primavera, cercando soddisfazione, luce e chiarezza. Già si pensa  al periodo dei fine settimana fuori porta, progettando passeggiate nei parchi e giardini; ci si informa dell’apertura delle piscine all’aperto ed anche se tecnicamente si parla di primavera...

Attendiamo la primavera, cercando soddisfazione, luce e chiarezza.
Già si pensa  al periodo dei fine settimana fuori porta, progettando passeggiate nei parchi e giardini; ci si informa dell’apertura delle piscine all’aperto ed anche se tecnicamente si parla di primavera dal 20 marzo al 21 giugno, per arrivarci al meglio ci si organizza da subito.

Tra feste e banchetti trascorsi, non mancano argomenti a cui rimediare: qualche chilo fuori taglia?
Ci propongono spesso facili soluzioni ma chissà perché non invitano ad attività fisica e ad una corretta igiene alimentare, commisurate al nostro fisico ed alle nostre abitudini; forse perchè costano solo in termini d’impegno ed assiduità e quindi poco considerate.

Passeggiare a passo spedito, intervallando piccoli periodi in una corsetta non impegnativa, ci consente di mantenerci in forma con il vantaggio di irrorare bene il midollo osseo e tutta la struttura scheletrica: le calorie bruciate nell’attività costituiscono il successo del ritrovato peso forma e la conseguente tonicità dei tessuti, orgoglio di  un corpo più scattante ed agile, senza esagerate masse muscolari da effetto palestra.

Il medico curante e l’erborista di fiducia, ci possono indicare le scelte utili senza dilapidare patrimoni: si tratta di rimedi antichi e conosciuti, dal costo contenuto; non ascoltiamo chi ci propone miracoli a costi importanti!

Diffidiamo da miscele in capsule che promettono chili bruciati in tempi rapidi o pacchetti completi di pasti articolati: di solito l’effetto sicuro è quello di riprendere quei chili persi velocemente, con l’aggiunta di qualche chilo in più.

Puntate sulle tisane e curate il mantenimento del successo raggiunto: un bravo erborista vi aiuterà a scegliere quella più indicata per voi, che aumenti il drenaggio depurando l’organismo e liberi dalle particelle di grasso finalmente rimesse in circolo; anche la semplice malva fiori e foglie taglio tisana può essere una buona scelta. La malva decotta è protettrice del connettivo, quindi oltre che decongestionare e disinfiammare, se consumata un litro al giorno (quattro o cinque tazze entro le otto ore dalla preparazione) sgonfia la figura ottimizzando la circolazione linfatica e migliorando l’idratazione della pelle e dell’organismo.

La pelle così idratata risponderà meglio alle vostre aspettative e con opportuna protezione cosmetica, vi farà ottenere un aspetto invidiabile.

Se il vostro problema è la pelle impura e  piena di tossine, basta correggere lo stile di vita e di alimentazione; subito una tisana depurativa completerà il benessere per  la miglior soddisfazione. Parlatene con il vostro erborista.
Nel caso il gonfiore da fermentazione o da cattiva digestione, riesaminiamo lo stile di vita e di alimentazione; spesso una miglior masticazione ed il cambio della dieta portano ad un miglioramento se non alla soluzione dei problemi: malva e finocchio decotti, possono essere un aiuto discreto.
Cellulite? Qualche rimedio c’è; parliamone personalizzando i consigli per i migliori riscontri.

Quando ci propongono un rimedio costoso, chiediamo più spiegazioni: come funziona e secondo quali principi; quali benefici può darci e quali sono le controindicazioni: a tutto c’è risposta e se non si capisce, formuliamo una nuova domanda per capire bene. L’erboristeria è chiarezza e semplicità: confusione e misteri non attengono all’erboristeria.
Buona tisana a tutti.

Articolo del dr Giuseppe Giordano pubblicato su www.sfilate.it il 4 marzo 2012
www.sfilate.it/153684/aspettando-la-primavera-benessere-in-primo-piano