“Russa-stop”

Su internet, sempre certi di scoprire la soluzione migliore???

È da molto che mi chiedono un prodotto che dovrebbe indurre a russare meno sino a ridurre o togliere questo fastidioso disagio, soprattutto per chi è in casa con l’interessato, e la soluzione tecnologica proposta dovrebbe essere uno spray che ora va per la maggiore in America.
Ogni volta ripeto che il problema può essere affrontato con una o due tisane prese in serata:  AA Menta piperita + Melissa officinalis + Salvia officinalis + Tiglio fb + Malva ffg. Volendo, anche una punta di crema balsamica alla base delle narici.
Questa volta non ho saputo resistere e curioso sono andato a cercare cosa si dice su internet: scopro uno spray i cui componenti sono quasi identici, in olio: Menta piperita + Melissa officinalis + Salvia officinalis + Acido jaluronico + Vitamina E  /olio di germe di grano.
Non posso dimostrare nulla, ma con questa scoperta posso solo confermare che le due preparazioni offerte sono praticamente uguali ma non posso affermare quale sia nata prima. Forse per amore di parte mi viene da pensare che la proposta più datata sia quella erboristica anche se difficilmente dimostrabile.
Il mondo erboristico può essere ancora una risorsa valida: gli erboristi hanno conoscenze, esperienze e competenze che si ancorano a successi e sapienti intuizioni secolari confermate dall’utilizzo nell’arco dei secoli.
I nostri giovani colleghi sono laureati e le nostre Università sono la garanzia della loro preparazione: rivolgersi  loro è affidare il desiderio di salute e benessere, a professionisti che sanno indicare il miglior rimedio appropriato utilizzando nozioni ed esperienze che hanno soddisfatto nel tempo integrando le nuove conoscenze sino alle più attuali.
Ditte farmaceutiche, farmacisti e medici, difesi da norme e leggi anche corporative, dovrebbero riconoscere che gli erboristi sono in grado di dare risposte efficaci ed utili alle diverse esigenze e che “la scienza dei semplici” è adeguata e capace di dare aiuti utili anche nel caso di un fastidioso russare notturno.
Tornando alle considerazioni iniziali, come mai le conoscenze legate alla cultura dei semplici portate ai giorni nostri dalla memoria attenta di persone miti e laboriose, abituate a operare in scienza e coscienza, con generosità e amore, pur essendo simili ai rimedi offerti dai moderni concorrenti commerciali, non sarebbero all’altezza della richiesta?
Noi erboristi andremo oltre ed ancora continueremo a comporre e proporre le nostre tisane calde e profumate piuttosto che uno spray freddo e asettico, per rispondere ai disagi di chi chiede aiuto per chi russa nel sonno.
Buona tisana a tutti.