Acne

Malattia cutanea caratterizzata da brufoli o foruncoli, derivanti da infiammazioni dei tessuti per conseguenza di ipersecrezione sebacea o eccesso di tossine metaboliche trattenute. Le aree più colpite sono: fronte,guance, mento e in alcuni casi spalle e dorso.

Si manifesta maggiormente negli adolescenti (13-19 anni) in conseguenza delle alterazioni ormonali.

Possono svilupparsi forme diverse di acne:
Comedonica : caratterizzata dalla comparsa di comedoni( generalmente conosciuti come punti neri). Nei comedoni chiusi il sebo non è più in grado di fuoriuscire, quindi si presenteranno come dei punti bianchi; mentre nei comedoni aperti il sebo fuoriesce, essi saranno visibili come punti neri.

Papulo-pustolosa : deriva dall’infiammazione dei comedoni aperti in cui proliferano microrganismi. La papule che caratterizzano questa forma possono evolversi in pustole o fruncoli.

Nodulare: sono presenti fenomeni infiammatori nella zona del follicolo a comedone chiuso;si possono formare lesioni infiammatorie dolorose e di colore violaceo che possono contenere pus.

Conglobata: forma rara di acne; oltre ai noduli e alle pustole presenta formazioni cistiche più o meno grosse, che spesso lasciano cicatrici.

Alcuni consigli utili:

- primo consiglio utile, non agire aggressivamente, rispettare i tempi di cura anche se si nota un precoce miglioramento;

- non sottoporsi a lampade UV e non esporsi al sole in quanto i raggi UV portano ad un iper-cheratinizzazione del follicolo;

- cercare di evitare lo stress per non peggiorare la situazione;

- mantenere una giusta igiene e possibilmente evitare il trucco: troppa detergenza può causare forme eritematiche; la pelle sana, se aggredita da eccesso di detergenti può andare incontro ad acne od altri disturbi;

- non schiacciare o spremere né i punti neri né i foruncoli per non correre il rischio di far comparire poi, le cicatrici.

Alcuni rimedi naturali:

 Bardana Rad 20 + Dulcamare 20 + Viola Tricolor 10 + Salsapariglia 10 per un cucchiaio in una tazza
2 min bollitura + 15 min riposo; bere una tazza a mattino (digiuno) e una a sera.
Usare le erbe filtrate per impacchi locali di 15-30 min.

AA 10 g: ALTEA rad + Arnica fiori+ Miele vergine di acacia + acqua
Bollire rimestando per due o tre minuti, lasciar intiepidire ed aggiungere due cucchiai di yogurt intero: mescolare bene, versare in una pezza leggera ed applicare lìimpacco sul viso per 10-15 min.  Fare risciacqui con decotto filtrato di malva e tiglio.

AA Bardana + Betulla + Calendula + Fieno greco
Pestare in mortaio se fresche o triturare su tagliere se essiccate; impastare con acqua bollente per ottenere una pappetta tiepida da usare come impacco avviluppato in una pezza leggera, per 20 min più volte nella giornata e poi fare risciacqui con decotto filtrato di malva e tiglio.
Una goccia di OE di lavanda sul bruffolo o una punta di sapone intriso lasciato sul bruffolo, in una notte lo asciuga. Usare questo rimedio solo in caso di necessità e non di frequente per non disidratare la pelle.

Attenzione alla corretta igiene della pelle: la detersione con i migliori prodotti non può creare danni; l’uso di prodotti aggressivi o troppo forti nella loro azione, nel tempo può essere responsabile o concorrere a disidratazione, eritemi, eczemi o formazioni di comedoni e bruffoli.
Raccomandiamo il Panetto di Sapone (crema detergente solida) il latte detergente, tonici, shampo, docciaschiuma e creme dei nostri marchi.