Obesità

Questo stato deve essere diagnosticato e controllato dal medico.
Se l’igiene alimentare e comportamentale è affidata all’individuo, le direttive non possono essere approssimative o generalizzate. Ogni fisico e ogni attività lavorativa impongono scelte che non possono valere sempre per tutti.
Un lavoro sedentario o un’attività tranquilla inducono l’organismo a vivere con meno dispendio calorico e meno usura articolare; si consideri anche che l’attività motoria non sufficiente potrebbe generare problemi.

In linea di principio si potrebbe generalizzare, dicendo che una dieta corretta ed equilibrata, varia e completa di tutte le sostanze nutrizionali necessarie al miglior mantenimento della salute anche sotto il profilo igienico, accompagnata da una corretta e proporzionata attività fisica, in ambienti sereni e gioiosi, quindi con buone compagnie positive, tutto questo è il segreto per una vita in buona salute e din perfetta forma.

Ora che sappiamo come dovrebbe essere, cerchiamo di fare il possibile per conformarci o avvicinarci a questo ideale: mezz’ora di cammino in mattinata e altrettanto almeno nel pomeriggio o a sera, aiuta il mantenimento dell’efficienza fisica; un’alimentazione che privilegia verdure e frutta, pesce, tutto in quantità modeste e con la sensazione di non sentirsi appesantiti dal pasto, aiuta a evitare sbilanciamenti che comportano squilibri a scapito della salute.
Chi avesse davvero facilità al sovrappeso, potrebbe ricorrere a una dieta dissociata semplificata che prevede tante verdure cotte e crude con un secondo a pranzo ed un primo a cena: enzini e coenzimi in questo modo funzionano a turno senza accumulare riserve. Per i metabolismi più pigri, si consiglia di evitare bevande gasate e alcoliche, caffè e cappuccini, formaggi di ogni genere eccetto il grana; salumi e affettati tranne bresaola e slinzega, comunque sconsigliate agli ipertesi.

Tisane suggerite: Fucus Composto, da due a quattro tazze al giorno, e Forslim, miscela di estratti da diluire.